Attività SEO: Come Diventare Amico con i Motori di Ricerca?

Quanta importanza ha catturare l’attenzione di ogni visitatore del vostro sito dal punto di vista dell’attività SEO?

Immaginate per un attimo di mettervi nei panni di qualcuno che è appena arrivato nel vostro sito web e non ha la più pallida idea di che cosa stiate parlando.

Fate finta, inoltre, che si tratti di un visitatore importante e che questo singolo visitatore possa fare la differenza tra il successo e il fallimento del vostro business.

Non avendo tempo di guardarsi intorno per capire se e come possiate essergli utili, decide di contattarvi telefonicamente per chiedere spiegazioni.

Cosa dirgli?

Molto probabilmente cercherete di fornirgli le informazioni essenziali mostrandogli quanto il vostro business incontri perfettamente le sue esigenze. E scommettiamo che vi piacerebbe riuscire a fare tutto ciò nel modo più convincente ed interessante possibile vista la posta in gioco!

Cosa c’entra tutto questo con le attività SEO? In poche parole, questo è esattamente quello che Google si aspetta dal contenuto del vostro sito web!

Il segreto per diventare amici con i motori di ricerca sta nell’esporre un contenuto cui valga la pena di linkare nel modo più originale possibile, e trovare il modo migliore per diffonderlo.

Detto ciò, ecco una lista di 5 suggerimenti che possono aiutare.

Attività SEO e motori di ricerca

1. Attività SEO: si parte sempre dalle parole chiave

Abbiamo già trattato questo tema in qualche articolo precedente, ma un richiamo non fa certo male.

Tenendo conto di quanto detto sulla ricerca delle parole chiave, scegliete la “frase chiave” più appropriata per il vostro contenuto.

Cosi facendo, non dimenticate di porvi sempre la stessa domanda: Qual è l’esigenza primaria della mia audience e come il mio servizio o prodotto risponde a tale esigenza?

2. Ottimizzare sempre i title tag e headline

C’è un dibattito aperto tra gli esperti SEO su cosa realmente funzioni e cosa no, ma nessuno contesta l’importanza di utilizzare la “frase chiave” nel tag titolo.

I motori di ricerca vogliono offrire risultati rilevanti alla ricerca degli utenti, e per questo è importante che le parole e i termini da questi scelti per la ricerca (a loro volta parole chiave per il vostro sito) appaiano in modo ben visibile nel titolo della pagina.

3. Landing Page

Quando progettate il design per il vostro sito web, è importante rendere le cose facili agli utenti in generale. Una landing page (ossia la pagina web che ha lo scopo di promuovere una Call-To-Action specifica) deve essere progettata per comunicare in tempo reale e con assoluta chiarezza cosa sta succedendo, ad ogni visitatore appena arrivato.

Ecco alcuni dei vantaggi di disporre di una landing page:

  • Ritenzione del visitatore: evitare che il lettore clicchi “indietro” è obiettivo ed effetto di ogni contenuto di qualità. Non si può però ottenere un lettore affezionato o un eventuale cliente, se il beneficio del servizio non viene subito comunicato.
  • Favoriti: quando ci imbattiamo in un contenuto interessante la prima reazione è quella di includerlo tra i favoriti in vista di una visita successiva. Quando ciò si verifica, una notevole quantità di traffico a lungo termine è quasi assicurata. Avere una landing page ben fatta, aiuta senza dubbio.
  • Link: un blogger o webmaster che resti positivamente colpito dal vostro contenuto, potrebbe linkare ad esso senza esitare. Più velocemente si riesce a colpire la “risorsa di link”, meglio è! Specialmente quando si tratta di attività SEO.

4. Contenuto correlato

Avrete notato che abbiamo usato finora la parola “sito” senza mai utilizzare il termine “blog”. Tuttavia, non consigliamo a nessuno di adottare la strategia della landing page senza disporre di un blog correlato…

Quando parliamo di attività SEO, è bene sapere che i motori di ricerca favoriscono i siti che hanno un sacco di informazioni rilevanti e frequentemente aggiornate, oltre che una certa “link authority”.

Niente è più facile di mantenere un blog aziendale per ottenere tutto questo!

Inoltre, dato che un blog attivo consente la partecipazione costante dei lettori ai social media, si tratta di uno strumento utile per stabilire l’autorità generale del sito tramite link.

Cosa sta alla base di un’attività SEO di successo?

Step fondamentale per l’attività SEO per ottenere un buon ranking è la pertinenza dei contenuti alle esigenze dei visitatori.

Il secondo passaggio è quello di fare in modo che i contenuti siano così interessanti da indurre il visitatore a linkare ad esso senza esitazione.

Se ci si concentra su questi due obiettivi in modo strategico, l’attenzione da parte dei motori di ricerca ha elevate probabilità di funzionare automaticamente.