5 Miti da Sfatare sul Posizionamento Google

Esistono miti da sfatare sul posizionamento Google? Certo che si! E ce ne sono una marea…

Proprio per questo motivo, con tutta la disinformazione che dilaga sulle strategie SEO, smentire questi miti sulla pratica di posizionamento sui motori di ricerca non è solo molto utile, ma addirittura cruciale.

Detto ciò, vediamo insieme quali sono i miti più comuni in cui ci si imbatte quando si tratta del posizionamento Google.

 

migliorare il posizionamento Google

#1 – Devo creare tante pagine sul mio sito web per migliorare il posizionamento Google

Questa è una pratica che aveva un suo significato qualche anno fa, forse, ma non più ad oggi. Ecco perché.

Salvo imprevisti (ad esempio, una penalizzazione Google), ogni pagina del tuo sito sarà indicizzata dai motori di ricerca, quindi il tuo sito avrà la possibilità di apparire per una query di ricerca pertinente a quella pagina. E cosi, magari pensi che più pagine aggiungi, più possibilità avrai per ottenere una maggiore visibilità.

Tuttavia, aggiungere più pagine non significa che il tuo sito si posizionerà meglio nella ricerca. In effetti, se dai un’occhiata alla lista dei fattori di ranking di Google, non troverai nulla sul numero di pagine di un sito che incidono sul suo posizionamento complessivo.

Questo non vuol dire che creare pagine per la sola SEO sia del tutto inutile! Però, nella maggior parte dei casi in cui una specifica pagina non attira il traffico sperato, è più utile cercare di ottimizzare meglio quella pagina invece che aggiungere ulteriori pagine solo per la SEO.

#2 – Devo ottimizzare le pagine per una sola parola chiave

Alcuni SEO, di solito quelli alle prime armi, ritengono che sia necessario ottimizzare una sola pagina per parola chiave per migliorare il posizionamento Google. Se è vero il fatto che focalizzare l’attenzione più su una parola chiave che su un’altra può avere la sua utilità, è anche vero però che è bene evitare di focalizzare tutto il testo sull’ottimizzazione di UNA SOLA parola chiave.

Infatti, avete mai sentito parlare di LSI? Ebbene, la Latent Semantic Indexing è una tecnica utilizzata dai motori di ricerca per fare riferimento alle parole chiave semanticamente connesse alla keyword principale. I motori di ricerca scoprono in questo modo come si relazionano le diverse parole di un contenuto digitale.

Il metodo LSI permette ad un motore di ricerca di ‘capire’ il testo di una pagina, senza rincorrere il rischio di essere penalizzati da Google perché ripetiamo troppo spesso la parola chiave principale. Non ultima ragione il fatto che in questo modo il testo rischi di risultare poco naturale e molto meccanico.  E se la pagina non suona naturale per l’utente, scriverla è solo una perdita di tempo.

#3 – Fare SEO vuol dire acquisire backlink dopo backlink

Niente di più sbagliato!

Certo, i backlink sono fondamentali per la SEO. Senza di loro, la maggior parte dei motori di ricerca non sarebbe in grado di trovare e scansionare nuovi contenuti. Per Google, i backlink rappresentano anche un segnale di classifica per quando riguarda il posizionamento. Tuttavia, i backlink possono anche danneggiare il tuo sito!

Accanto alle azioni manuali di penalizzazione, esistono anche algoritmi (come Google Penguin) con il “compito” di identificare i backlink di bassa qualità. L’idea è che i collegamenti devono essere basati sul merito, quindi i siti che non rispettino le linee guida di Google saranno sicuramente classificati come di bassa qualità.

Ma la SEO non riguarda semplicemente il “link juice” che passa dai collegamenti. Una buona ottimizzazione del tuo sito web include molto di più! Infatti, se rendi il tuo un sito web veloce, responsivo, se scrivi contenuto di qualità, diffondere la voce del tuo marchio in questo modo ti aiuterà a creare ‘link juice’ per certo!

 

Google SEO

#4 – I meta tag non contano per il posizionamento Google

Chiunque abbia familiarità con la SEO si sarà sicuramente soffermato ad analizzare l’argomento dei meta tag.

I meta tag (o tag meta) sono pezzi di codice HTML che aiutano a veicolare delle informazioni aggiuntive correlate alla pagina web che ne fa uso.

Fondamentalmente, i meta tag vengono visualizzati in ogni pagina. Infatti, per aiutare Google a ‘capire’ i tuoi contenuti, gli elementi che vanno ottimizzati in una singola pagina riguardano: tag TITLE, tag DESCRIPTION e cosi via.

Anche se i meta tag non incidono direttamente sul posizionamento Google, usarli vale la pena perché renderanno interessanti i tuoi contenuti nei risultati di ricerca, il che può attirare più clic da parte degli utenti, cosa che aiuterà i motori di ricerca ritenere che il tuo sito abbia contenuti di qualità che soddisfano le esigenze dei tuoi visitatori.

Detto questo, non lasciarti andare al pensiero che i meta tag siano del tutto inutile. Si tratta infatti ancora di un fattore determinante per il successo del tuo sito.

#5 – Google o altre organizzazioni sono in grado di fornire una Certificazione SEO…

Qualcuno ti ha mai detto che servono delle certificazioni per poter migliorare il posizionamento di un sito su Google? Non lasciarti ingannare!

Con un programma strutturato di formazione, puoi imparare come ottimizzare i siti web in modo organizzato, quindi non devi chiederti da dove cominciare e cosa dovresti imparare dopo, ma segui il programma e sei ‘pronto’. In effetti, questo sarebbe il motivo numero 1 per fare un corso SEO.

Ma non esiste nulla di simile ad una certificazione SEO. Ci sono corsi, naturalmente, che lasciano un attestato di frequenza, ma non esiste una certificazione che abilita una persona o agenzia di qual sorta ad esercitare la professione di “ottimizzatori nei motori di ricerca” per poter migliorare il posizionamento Google per le aziende.

Quindi, quando se alla ricerca di un consulente SEO che ti possa aiutare ad aumentare la visibilità sui motori di ricerca, non basarti sull’esposizione di questi riconoscimenti per decidere se la persona / agenzia è affidabile o meno.

Come i motori di ricerca, per valorizzare il proprio posizionamento Google, è necessario ragionare in ottica qualitativa. Quindi, se hai bisogno di aiuto a posizionare meglio il tuo sito web, non esitare a contattarci! Siamo sempre disponibili!